Sei la mia personas ideale

Un buon businessman e chi si occupa di gestire il marketing aziendale, deve conoscere alla perfezione il proprio target di riferimento, ovvero, detto in modo estremamente semplificato, il gruppo di utenti che può essere interessato ai prodotti o servizi offerti da un’azienda. In questo articolo ti fornisco alcune linee guida per analizzare il tuo target.

Oggi analizzare il proprio pubblico è possibile tramite numerosi strumenti online, che consentono di abbattere i costi per le ricerche, ottenendo comunque risultati soddisfacenti. Di fronte a te hai un infinito numero di potenziali clienti, ma solo alcuni di questi hanno davvero le caratteristiche necessarie per diventare acquirenti e, per cominciare la tua ricerca, devi avere ben chiari i servizi o prodotti che vuoi offrire, il prezzo a cui dovresti piazzarli per mantenere aperta la tua azienda e l’area geografica su cui vuoi estendere il tuo mercato.

Grazie ai social network ed agli strumenti di analisi di Google come Google Analytics e Google Trends oggi è possibile conoscere le ricerche degli utenti sul web e sapere con esattezza ciò che pensano o cercano in un determinato prodotto o servizio. Grazie a Google Analytics puoi conoscere i dati del pubblico che visita il tuo sito web, su Google Trends puoi scoprire quali sono le ricerche più in voga del momento e con quanta frequenza gli utenti digitano su Google determinate parole chiave, valutando anche l’andamento della ricerca nel tempo e per area geografica. Sui social network, infine, hai un deposito interminabile di dati, che gli utenti scelgono, più o meno consciamente, di dare in pasto al pubblico, tramite le informazioni dei profili, i commenti ed i post pubblicati su pagine di prodotti o servizi simili al tuo, community legate ad argomenti affini al tuo settore aziendale, recensioni.

Cerca di capire cosa scrivono gli utenti riguardo ai tuoi concorrenti, cosa questi riescono a soddisfare ed in cosa, al contrario, risultano carenti o addirittura deludenti. Scopri cosa viene cercato su Google a proposito di servizi o prodotti simili al tuo ed appuntati tutto.

Aggiungi a questi dati anche quelli raccolti in qualche sondaggio telefonico per completare la ricetta.

Devi prestare attenzione all’età, al sesso, alla provenienza geografica, alle esigenze ed ai timori degli utenti. Cerca di scoprire quale sia il loro grado di istruzione, quali possono essere le loro possibilità economiche e quali strumenti sono soliti utilizzare per raccogliere informazioni e prendere decisioni d’acquisto quando hanno un bisogno da soddisfare.

Una delle informazioni più importanti che devi comprendere, riguarda gli aspetti che possono far desistere gli utenti dall’acquistare il tuo prodotto o servizio. Devi conoscere gli ostacoli alla perfezione se vuoi cercare di aggirarli!

Dopo un’attenta ed accurata ricerca, è il momento di riunire i dati per individuare l’identità del tuo target di riferimento. Se stai cercando una soluzione rapida puoi scegliere di effettuare una media di tutte le informazioni raccolte e creare un’unica scheda che identifichi la persona di riferimento a cui rivolgerai al tua attenzione, tuttavia, questa tecnica è ormai superata ed oggi sempre meno efficace.
Si tratta infatti di un’analisi troppo schematica e blindata che poco ha a che fare con una società così differenziata come quella attuale, dove, all’interno di un medesimo gruppo di persone con caratteristiche simili, esistono comportamenti d’acquisto che possono essere enormemente differenti. Per questo motivo ti suggerisco di utilizzare il modello Personas, che identifica più pubblici di riferimento all’interno di un medesimo “macro-target”.

Ad esempio, con uno schema generico, il tuo target di riferimento potrebbe essere costituito da uomini benestanti, con un buon grado di istruzione ed un’età compresa tra i 35 ed i 55 anni, che raccolgono informazioni tramite internet, ecc. Se utilizzi il modello Personas potresti ottenere dei sottogruppi, ad esempio: gli uomini benestanti, con un buon grado di istruzione ed un’età compresa tra i 35 ed i 55 anni di età, che preferiscono raccogliere informazioni sui social network e cercano un prodotto dalla linea più grintosa. Dall’altro lato potresti avere un tipo di persona con le stesse caratteristiche, ma che cerca lo stesso prodotto con una linea più elegante. Con un risultato di questo tipo non sarebbe da escludere la possibilità di creare due linee differenti di prodotto e fare una promozione mirata, oppure promuovere lo stesso prodotto in modi differenti, utilizzando toni più grintosi in un caso e più eleganti in un altro, in base al canale che utilizzerai per la promozione ed al pubblico che la visualizzerà.

Per la sua grande flessibilità ed adattabilità, oltre ad un’attendibilità maggiore ed un collegamento più stretto con la realtà, il modello Personas risulta preferibile rispetto ad uno più ampio, generico e poco affine alla realtà.

Una volta identificato il tuo target di riferimento, sarai pronto per utilizzare le informazioni raccolte per organizzare le tue strategie di marketing. Ricorda che la società non rimane invariata, cambia in base alle innovazioni tecnologiche, agli avvenimenti storici e modifica il suo modo di rapportarsi con il mercato. Quindi una ricerca condotta oggi, non è detto che sia valida anche domani.

Se l’articolo ti è piaciuto potresti condividerlo con i pulsanti qui sotto? Al prossimo articolo! :)

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

Commenti

Il tuo giudizio è importante! Commenta qui sotto.

Lascia per primo un commento sull'articolo!

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

Icona caricamento

. . .