Quando un sito internet viene pubblicato online, il lavoro di chi sta seguendo il progetto, non è terminato. Infatti è necessaria una continua ottimizzazione per far sì che il posizionamento, la rintracciabilità e l’esperienza utente forniscano buoni risultati. Con questi tools gratuiti di analisi, il tuo lavoro sarà molto più semplice!

1. PageSpeed Insights
https://developers.google.com/speed/pagespeed/insights/?hl=it
Il tool di Google fornisce un voto al tuo sito su mobile e desktop, valutandolo da 0 a 100. A seguito dell’analisi potrai ricevere suggerimenti per migliorare le prestazioni del tuo sito web, vedere quali ottimizzazioni sono già state utilizzate e scoprire le statistiche di caricamento della pagina, come il round trip e le risorse richieste.

2. Semrush
https://www.semrush.com
Il famosissimo servizio di analisi di Semrush è accessibile gratuitamente con un numero limitato di operazioni, ma, nella sua versione free, può già soddisfare numerose curiosità sulla situazione attuale del tuo sito web. Infatti si tratta di un servizio davvero dettagliato che può rivelarti utili informazioni sulle keywords, l’indicizzazione delle pagine ed il loro posizionamento, il traffico relativo al dominio ed ai sottodomini, i principali competitors, le parole chiave per cui ti collochi nelle prime 100 posizioni su Google per le ricerche organiche ed un’infinità di altre informazioni.
Da provare assolutamente.

3. Dareboost
https://www.dareboost.com
A mio parere uno dei più completi servizi di analisi, fornisce dati precisi e dettagliati come i tempi di caricamento, il peso della pagina, le richieste necessarie per caricare l’intero sito, il voto complessivo, i problemi individuati, i miglioramenti da fare e ciò che funziona già correttamente.
A tutto questo si abbina: una descrizione dettagliatissima di ciascuna problematica da risolvere con importanti informazioni teoriche riguardo alla sua utilità ed i consigli per ottimizzarla, la possibilità di mettere a confronto il proprio sito con quello di un concorrente e di scaricare il report.

4. Structured Data Testing Tool
https://search.google.com/structured-data/testing-tool
Il servizio offerto da Google per verificare i dati strutturati, ovvero, detto in modo estremamente semplificato, il tipo di marcatura che definisce la tipologia di informazioni e di contenuti presenti in una pagina web. Google li utilizza per presentare in modo più completo ed accattivante il sito all’interno dei risultati della ricerca e per pescare informazioni utili. I dati strutturati sono una tendenza da non sottovalutare e, grazie a questo tool, è possibile verificare che il codice inserito sia stato scritto e venga interpretato correttamente. Basta incollare il codice a sinistra e, sulla destra, verranno mostrati errori e modifiche da apportare.

5. Check Domains
http://www.check-domains.com/
Questo servizio persenta numerosi tools di analisi. Puoi verificare se il dominio che ti interessa è già occupato, nel caso in cui volessi acquistarne uno, puoi verificare le pagine che linkano il tuo sito con le relative informazioni sulla page authority, la domain authority ed il MozRank.

6. TestMySite
https://testmysite.withgoogle.com/intl/it-it/
Il servizio di analisi di proprietà di Google studiato apposta per testare le performance del sito sui dispositivi mobili con un ipotetico caricamento tramite rete 3G. I dati forniti indicheranno i tempi di caricamento ideali per il tuo settore, la velocità del tuo sito, la stima dei visitatori persi a causa dei tempi di renderizzazione della pagina e quanti secondi puoi recuperare apportando le modifiche che ti verranno suggerite.

7. Woorank
https://www.woorank.com
Un’altra perla in fatto di analisi. Nella sua versione gratuita consente di accedere ad un’infinità di informazioni utili.
In seguito all’analisi del tuo sito, ti mostra il voto complessivo, con gli errori, i miglioramenti e ciò che funziona. Come per Dareboost, anche questo servizio mostra le informazioni relative all’ottimizzazione da completare ed una parte teorica che fornisce utili suggerimenti per risolvere la problematica. Accanto ad ogni punto viene anche indicato il grado di urgenza e il livello di difficoltà relativo alla modifica.
A coronare il tutto troviamo informazioni relative ai social network collegati al nostro sito, con le rispettive copertine e dati inseriti, possiamo vedere il traffico e come stanno funzionando.

Questi sono i servizi online principali che non puoi non conoscere o testare almeno una volta se operi nel settore del web. Esistono poi un’infinità di altri servizi altrettanto validi, come Small Seo Tools o SimilarWeb, soprattutto nella sua versione a pagamento, così come le versioni complete, non free, dei tools elencati in questo articolo, che forniscono letteralmente un mondo di informazioni utili.

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

Commenti

Il tuo giudizio è importante! Commenta qui sotto.

Bellissimo articolo

Ivo Galliano - 10 maggio 2018

Spero ti possa tornare utile :)

Gabriele Natussi - 10 maggio 2018

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

Icona caricamento

. . .